Convegno:
"La tecnologia per favorire l'integrazione scolastica:
la formazione dei docenti."

 

Andrea Canevaro - Coordinatore

"Conclusioni"


A mia volta ti ringrazio. Penso che sia stato importante avere sentito queste parole perché, a volte abbiamo il timore che ci sia una non conoscenza di un processo che è l’esperienza di integrazione, e quindi un senso di inferiorità quando si entra in Europa. 

Invece bisogna avere una fierezza per avere conosciuto gli handicappati reali. 

La tecnologia arriva sull’esperienza di conoscenza. Riflettiamo come sia più difficile fare la conoscenza degli immigrati del Nord Africa, dei paesi dell’Est europeo, perché tutta filtrata attraverso un’immagine dei grandi mezzi di comunicazione, della delinquenza, e sembrano tutti solo delinquenti, sembrano tutti solo degli incidenti. Se si può incontrarli alla posta a fare un conto corrente, un telegramma, in un ambulatorio a servirsi dei servizi sanitari, nelle botteghe, si capisce che sono delle persone. 

Gli handicappati sono stati conosciuti da chi li avuti come compagni di scuola, di giochi, come persone, non come incidenti. 

Vogliamo continuare così e la formazione non può che essere un’aggiunta a questa esperienza di base e non una sostituzione e siamo contenti di avere delle persone che possono rappresentare questa esperienza nel contatto con l’ingresso europeo.

 

Ritorna a
Convegni ed Atti  '97

Ritorna ad
elenco relatori

Relatore
successivo