Convegno:
"Servizi telematici per i disabili: a che punto stiamo in Italia"

 

Maurizio Lorenzatto - Comune Torino – Servizio Passepartout

"Un servizio dei disabili per un servizio ai disabili"


Il Servizio si propone di cooperare alla costruzione di percorsi utili al cambiamento quantitativo e qualitativo per quanto riguarda:

  • competenze tecnico - informatiche
  • competenze sociali e comunicative
  • livello di consapevolezza
  • livello di autostima

Integrando funzionalmente compiti e mansioni svolte da persone disabili e non.
Attua questi propositi per mezzo di:

  • elaborazione di percorsi formativi personalizzati realizzati entro un proprio telecentro
  • costruzione di un sito internet collegato al web del Comune di Torino
  • realizzazione di uno sportello informativo prevalentemente telematico
  • coordinamento territoriale finalizzato alla definizione di strategie comuni tra enti ed associazioni che lavorano con lo stesso gruppo bersaglio
  • costruzione di sinergie a livello nazionale ed europeo tramite progetti transnazionali a finanziamento misto

Al progetto lavorano complessivamente:

  • 5 borsisti
  • 4 operatori,
  • 1 obiettore di coscienza
  • 1 consulente.

E’ importante non sottovalutare quanto le dinamiche esposte siano costose in termini di:

  • fatica
  • tempo
  • incertezza
  • dolore
  • frustrazione

Il campo d’azione si sviluppa in un ambito complesso entro il quale si muovono processi che spesso si prestano a molteplici possibilità d’interpretazione.
Nella maggior parte dei casi non è possibile individuare una soluzione lineare o una teoria che da sola possa spiegare ed indirizzare l’operato.
Questo perché attori di questo lavoro sono persone che devono cooperare all’interno di un gruppo, realizzando un prodotto finito attraverso un percorso di auto in-formazione.
Il Servizio si propone quindi di destreggiarsi all’interno di dinamiche complesse sapendo di non avere in mano le chiavi del sapere né tantomeno di possedere l’immunità all’errore.
Quello che cerca di ottenere è "semplicemente" un ambiente confortevole, aperto al confronto ed alla discussione, indirizzato alla realizzazione di prodotti.
In modo da proporre aspetti incentivanti che, a fronte di quanto precedentemente espresso, possano essere di stimolo alla ricerca individuale di un ruolo adatto alle proprie esigenze psicologiche e sociali.
Il gruppo di lavoro ha attraversato momenti di crisi che sono, finora, stati di stimolo ad una fase successiva di riequilibrio.
La ricerca di nuovi obiettivi, adatti alle modificate situazioni ha portato l'équipe ad ampliare man mano il confronto con esperienze differenti.
Attraverso le collaborazioni attualmente in atto si affinano e si propongono non già certezze, ma esperienze positive e negative, parti essenziali ed ugualmente importanti nel percorso di ricerca.
In quest’ottica si inserisce la partecipazione ad Handimatica obiettivo di un lavoro e punto di partenza per il successivo.

 

Ritorna a
Convegni ed Atti '98
Ritorna ad
elenco relatori
Relatore
successivo